Aperte le spine di Brew Passion

Dopo aver tenacemente superato scogli burocratici e logistici che ne hanno ritardato l’apertura, finalmente Brew Passion, nuovo birrificio trentino, ha iniziato a gennaio 2018 la produzione. Di questa nuova avventura brassicola ne avevamo già parlato a maggio del 2017 ma adesso, che le prime birre sono pronte, vediamo di approfondire la conoscenza di Marco, Marzio e Michele che hanno trasformato la loro amicizia in un’attività imprenditoriale.

La loro sede si trova in via Salorno 2 nella zona di San Lazzaro, subito prima di arrivare a Lavis venendo da Trento. Tra questi anonimi capannoni artigianali spunta la Tap Room che non ti aspetti. Uno spazio dedicato alla mescita del nettare di Brew Passion pensato e arredato con gusto con una vetrata che si affaccia sui tini di cottura. Questo locale è stato pensato per diventare il biglietto da visita del birrificio in modo che le persone possano gustare le birre direttamente sul luogo di produzione magari scambiando due chiacchiere “craft” con i tre ragazzi trentini. Lo stile della taproom è molto essenziale e si ispira alla dimensione “industrial” dei birrifici anglo-amerericani.

L’influenza d’oltreoceano, oltre che dalle esperienze all’estero di Marco, il mastro birraio, si vede anche nelle tipologie di birre che Brew Passion ha iniziato a mescere nella tap-room. Le prime referenze di questo giovane birrificio sono prevalentemente di stampo americano: giocano molto con le nuove tendenze tra birre juicy e luppoli aromatici. Lo stile di Brew Passion è un non stile che esce dai canoni classici della tradizione brassicola europea e strizza l’occhio alla scena craft made in USA.

Ecco quindi che sulla tap-list troviamo: la Kick hop, una cremosa New England session ale molto beverina,  la Boom shakalaka boom, una New England IPA con note al naso di frutti tropicali e erbacea mentre in bocca si ritrovano i frutti tropicali associati ad un’avvolgente cremosità. La scelta prosegue con Holy Moly, una “classica” APA, dal forte carattere luppolato ma con una buona presenza di malto per poi arrivare ad una Yummi, Imperial oat milk stout bella carica da 7,8% brassata con avena e aggiunta di lattosio. L’ultima referenza è la Mild oh mild, birra leggera e molto beverina che ricorda le mild di stampo inglese. La tap room rimane aperta dal lunedì al venerdì dalle 17.00 alle 23.00; per ora verranno organizzati piccoli eventi supportati dal cibo di strada di un food truck in attesa di una vera propria festa di apertura prevista per l’estate.

Nei prossimi mesi Brew Passion si dedicherà a perfezionare le ricette per farsi conoscere nel panorama artigianale trentino e non solo. Il birrificio punta anche a superare i confini provinciali ma avranno il loro debutto in società nell’edizione 2018 di Cerevisia, la grande kermesse sulle birre artigianali trentine che si tiene a maggio a Fondo, in Val di Non.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − 6 =