Cerevisia 2019 ai nastri di partenza: le novità e il programma

Giunto alla sesta edizione «Cerevisia», il festival delle birre artigianali trentine, è pronto per il varo. Venerdì pomeriggio il Palanaunia di Fondo, adeguatamente allestito per l’occasione, comincerà ad accogliere gli appassionati di questi prodotti di qualità, che fino a domenica sera potranno degustare le migliori etichette delle nostra provincia. Sono 13 i birrifici presenti, quindi un centinaio le birre fra le quali si potrà scegliere.
Il gruppo di amici che fa capo alla Pro Loco di Fondo e che organizza questo evento dal 2014 è sempre molto attento all’evoluzione del mercato e delle tendenze che man mano si affermano, per questo il programma viene ritoccato ed aggiornato ad ogni edizione. Il calendario completo e le novità che contiene sono state illustrate questa mattina all’Associazione Artigiani del Trentino, in occasione della conferenza stampa di presentazione.
Gli stand di «Cerevisia» cominceranno a spillare venerdì alle ore 18, dalle 19 si potranno degustare le pizze a chilometro zero abbinate alle birre artigianali, poi dalle ore 21 la serata proseguirà con la musica dal vivo fino alle 2. Sabato l’orario di apertura al pubblico sarà compreso fra le ore 14 e le 2, alle 17 si terrà la cerimonia di inaugurazione, subito dopo prenderà il via il laboratorio di degustazione «Belle Basse!», nel quale si approfondirà il tema delle birre artigianali a bassa fermentazione prodotte in Trentino, mentre alle ore 20 verranno consegnati i trofei ai birrifici vincitori dei numerosi premi assegnati dal concorso. Si chiuderà con la musica live ancora dalle 21 alle 2. Domenica, apertura dalle 11 alle 20, sono in programma altri due laboratori di degustazione: alle ore 14.30 tocca a «Come sei acida!», mentre alle 15.30 si parlerà di «Cucina con le Birre Trentine» insieme allo chef Daniel Rizzi. Alle 17.30, si potrà degustare l’aperitivo Cerevisia, con la musica dal vivo sullo sfondo. Nel pomeriggio sarà anche lanciata una novità, infatti saranno proposte al pubblico due interviste doppie a quattro produttori, condotte da Paolo Negri del sito «Trentino Birra», intitolate «Attenti a quei due».

Sono 113, quest’anno, le birre in gara, distribuite in ben 22 categorie. Saranno sottoposte al vaglio di un gruppo coordinato da Renato Nesi, il quale si avvarrà della competenza di Flavio Boero, ex responsabile di Carlsberg Italia ed oggi collaboratore di università e scuole professionali nel settore agroalimentare ed enogastronomico; Francesca Morbidelli, fondatrice dell’associazione “La Pinta Medicea” ed esperta degustatrice; Alessandra Di Dio, social media manager, communication consultant e giudice birrario; Alice Benecchi, mastra birraia di Batzen Bräu. Saranno loro a decidere chi meriterà il primo, il secondo ed il terzo premio all’interno di ogni tipologia produttiva, con imparzialità e rigore, al punto che non è infrequente la mancata attribuzione di uno o più gradini del podio quando in gara non vi sono birre idonee a meritarli.
A qualificare il concorso di quest’anno vi è anche la sua apertura, per la prima volta, alle etichette delle aziende trentine che non hanno la possibilità di essere presenti fra gli stand. Un modo per renderlo ancora più autorevole, aumentandone al massimo l’inclusività.

L’ingresso al Palanaunia sarà al solito gratuito, mentre le degustazioni costeranno 2 euro ciascuna. Prima di cominciare bisogna dotarsi del calice, previo versamento di una cauzione, che il visitatore potrà in seguito decidere di tenere per sé o restituire.
La lista dei birrifici presenti annovera tredici nomi, ovvero «Birra Pejo» e «Nido delle Aquile» dalla Val di Sole, «Fon» e «Km 8» dalla Val di Non, «Birra del Bosco» e «Birrificio Indipendente» dalla Piana Rotaliana, «Rethia» dalla Valle dei Laghi, «Arimanni» dalla Valsugana, «Leder» dalla Valle di Ledro, «Barbaforte» dall’Altopiano di Folgaria, «Maso Alto» da Lavis, «Bionoc» dal Primiero e «Passion Brewery» dal capoluogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − 1 =