Dall’anfora di Maso Alto esce pace e amore

maso-alto-anfora-trentino-birraLa nuova birra dell’Agribirrificio Maso Alto sta maturando dentro un’anfora. Un’anfora? Certo! Sicuramente una scelta innovativa per il panorama brassicolo trentino ma non una novità assoluta nel campo birraio. Se andiamo alle orgini della birra, gli antichi egizi usavano anfore in terracotta per la fermentazione e conservazione ma ci sono aziende titolate come la belga Cantillon o l’italiana Birra del Borgo che hanno riscoperto questi contenitori per i loro prodotti. Le novità di Maso Alto non riguardano solo le modalità di maturazione ma anche gli ingredienti: frumento e orzo (prodotti in casa), farro a cui si aggiunge il luppolo e in bollitura un’aromatizzazione con canapa sempre coltivata direttamente dall’Agri-birrifico di Pressano. Lo spuntoanfora-maso-alto-trentino-birra per questa nuova passione nasce dall’interesse di Leonardo e Andrea, i soci di Maso Alto, per il mondo del vino biodinamico che anche qui in Trentino (come ad esempio Foradori) usa le anfore per la fermentazione e maturazione. Questa tecnica consente una micro-ossigenazione dovuta alle pareti porose della terracotta e porta a processi di leggera ossidazione e di cessione di micro-elementi minerali che possono dare sicuramente un’impronta diversa alle birre. Non ci resta che aspettare dunque l’anfora faccia il suo “dovere” e tra qualche settimana si potrà assaggiare questa particolare novità di Maso Alto, il cui nome è tutto un programma: Peace and Love.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 + quattordici =