Poker di birre “one shot” da degustare subito

In arrivo nella galassia brassicola trentina quattro novità molto interessanti che solleticheranno la curiosità degli appassionati di birra artigianale della nostra provincia. Attenzione, queste primizie sono disponibili (per ora) fino a esaurimento scorte.

Partiamo da Birra del Bosco che lascia gli animali della foresta per virare sull’acido. Il 25 aprile al Porteghet di Trento viene presentata la Tangerine sour, una birra al mandarino di Sicilia. Si tratta di una birra acida alla frutta da 5% vol. perfetta per colmare la sete nei mesi estivi. La nota agrumata è preponderante grazie ai 120 kg di purea di mandarino biologico che sono stati utilizzati per questa ricetta. Proprio per far esaltare maggiormente le note fruttate, la luppolatura con Hallertau blanc è ridotta al minimo e per il malto la scelta è caduta su Cara Pils.
Tangerine sour è l’inizio di un nuovo progetto per Birra del Bosco che si apre alle sperimentazioni “one shot”: una cotta unica per incuriosire un pubblico sempre più esigente e per mettere alla prova l’estro e la creatività del birraio. Anche da un punto di vista del look la Tangerine sour ha un’etichetta diversa, che non richiama le usuali immagini legate alla natura, proprio per sottolineare l’unicità e la particolarità di questa creazione che battezza la “Experimental series” di Birra del Bosco.

Dal Birrificio Rethia arriva una birra ricaricante adatta per essere accompagnata da una colazione inglese con bacon, uova e pane fritto. Sabato 27 aprile si potrà assaggiare all’Angolo dei 33 di Trento, pub che ha appena festeggiato il suo settimo compleanno, la nuova Breakfast for dummies, una stout piuttosto alcolica (8 % vol.) che riprende le nuove interpretazioni americane di questo stile anglosassone.
La birra è piuttosto morbida e dolce arricchita da una serie di ingredienti che donano complessità e gusto: fiocchi d’avena, lattosio, destrosio e maltodestrine, grue (granella) di cacao, chips da botti di whisky, bacelli di vaniglia. Per ora si tratta di una cotta “one shot” ma non è escluso che questa stout possa entrare in un futuro nelle proposte stabili del birrificio di Vezzano.

Aura è la parola latina che indica aria in movimento, sinonimo di leggerezza e freschezza. Proprio questo è il nome scelto per la novità che sta per lanciare il birrificio Barbaforte di Folgaria: una session IPA dalle note fruttate per l’uso di luppoli americani e neozelandesi. Questa birra è “figlia” della più robusta Obice, l’IPA “classica” di Barbaforte da cui si ispira per l’etichetta riprendendo i cerchi concentrici che ricordano anche soffi d’aria diretti verso il cielo. Aura ha una beva molto facile (4.3 % vol.) ma che non tradisce comunque le aspettative degli amanti delle birre dal carattere piacevolmente fruttato e resinoso. Aura sarà in degustazione per la prima volta a Castel Mareccio a Bolzano il 10 e 11 maggio in occasione di Beer Craft.

Il Birrificio Val Rendena è ai piedi delle Dolomiti di Brenta sulle sponde del Torrente Sarca ma potremmo essere in Baviera. Il mondo brassicolo tedesco è la fonte principale di ispirazione dei fratelli Collini che in questi anni hanno ottenuto consensi e premi, l’ultimo dei quali il primo posto del concorso Birra dell’Anno nella categoria delle Weizen. Proprio questo stile di birra ha ispirato Brunilde, una nuova proposta che prende il nome dalla valchiria della mitologia nordica. Alla classica Weizen si affianca una Weissbier Dunkel piuttosto beverina ma dal gusto pieno e persistente. La presenza di malto di frumento è importante (70%) e si sposa bene con il malto d’orzo pilsner e tostato usato per questa ricetta. Le note fruttate sono esaltate dal lievito weizen e per i luppoli ovviamente la scelta è caduta su luppoli nobili tedeschi. Per ora questa birra è disponibile solo in bottiglia ma dopo “una fase di rodaggio” i fratelli Collini sono intenzionati ad  inserire questa nuova referenza nelle produzioni classiche del Birrificio Val Rendena.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque + 11 =