Premio Birra dell’Anno, i birrifici trentini che hanno vinto e un commento ai risultati.

Sono passati alcuni giorni dai risultati di Birra dell’anno 2020 che hanno visto premiati alcuni birrifici trentini. Abbiamo già riportato i risultati in diretta sulla nostra pagina facebook però, prima di archiviare la notizia, è il caso di tornare ancora sull’argomento. Veniamo ai fatti: sono quattro gli allori che i nostri birrifici si sono portati a casa: 1° posto nella categoria  English Golden Ale e English Pale Ale per Barbaforte con la San Lorenzo, 2° posto nella categoria Weizen per il Birrificio Val Rendena con Brenta Brau Weizen, 1° posto nelle Sour ale per BioNoc’ con la Albicoppe ed infine la seconda piazza per Klanbarrique con la Marzarimen nella categoria Sour Italian Grape Ale. Complimenti ancora ai vincitori.

Si possono analizzare questi risultati con una prospettiva più ampia, prendendo in considerazioni i risultati dal 2016 in poi, quanto l’onda della craft revolution aveva già ampiamente investito la nostra provincia. Quello che emerge da questa analisi può essere distillato in due parole: esiguità e costanza. Negli ultimi cinque anni sono solo 4 i birrifici che sono andati a premio: Leder, Barbaforte, BioNoc’ e Val Rendena non tenendo in considerazione Klanbarrique, realtà dipendente da Birrificio Italiano ma comunque radicata alla realtà locale tant’è che quest’anno ha vinto un premio con una IGA brassata con un 25% di uve di Marzemino della Vallagarina. Un numero esiguo quindi di realtà birraie trentine a fronte di un numero di birrifici molto più ampio. Questo non deve far pensare che le birre trentine non siano buono anzi, sappiamo che è il contrario. Potrebbe semplicemente darsi che i birrai trentini non siano interessati a partecipare a Birra dell’Anno oppure che in una competizione così agguerrita (2145 birre iscritte) le referenze trentine non raggiungano l’eccellenza richiesta per potersi affermare a livello italiano.

L’altra parola d’ordine è costanza. Nonostante il numero di birrifici vincenti sia stato solo quattro, non si è trattato di un caso o di un lotto fortunato particolarmente in forma che ha incontrato gli apprezzamenti della giuria. Negli ultime 5 anni il podio è arrivato almeno due volte per ogni birrificio che ha vinto un premio: Leder due volte, Barbaforte tre volte, addirittura BioNoc’ e Val Rendena quattro volte di file dal 2017 in poi. Questo conferma che la qualità di alcune realtà trentine è costante e riesce ad imporsi con regolarità sulla scena nazionale (e talvolta internazionale) senza temere il confronto con realtà più conosciute e accreditate.

Per onor di cronaca il premio come miglior birrificio italiano è andato al birrificio laziale Ritual Lab e sotto trovate la classifica completa di birra dell’anno 2020.

 

cat. 1 – birre chiare, bassa fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione tedesca e ceca (german e bohemian pilsner)

1 – Birra Mastino – 1291

2 – Vetra – Vetra Pils

3 – The Wall – Pills

Menzione a Birrificio Legnone – Testa Di Malto

Menzione a Altotevere – A-T Pils

 

cat. 2 – birre chiare, bassa fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione europea

(european lager, helles, zwickl, keller, dortmunder export)

1 – Birracruda – Helles

2 – Lzo – Cima

3 – Almond ’22 – Oro dei Poveri

Menzione a Opperbacco – Rusthell

Menzione a Elvo – Helles

 

cat. 3 – birre chiare ed ambrate, bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, caratterizzate dall’evidente presenza di luppolo d’aroma e d’amaro di ispirazione americana (hoppy lager, imperial hoppy lager)

1 – Birrificio La Piazza – American Jasper

2 – Birrificio Lariano – Bassa Marea

3 – Croce di Malto – German Wave

Menzione a Soralamà – Bitrex California

Menzione a Birrificio Artigianale Lievito e Nuvole – Hop2Space

 

cat 4 – birre chiare e ambrate, alta fermentazione, basso grado alcolico di ispirazione anglosassone (english golden ale, english pale ale)

1 – Barbaforte – San Lorenzo

2 – Fabbrica della Birra Perugia – Golden Jazz

3 – Birrificio Alveria – Blonde Ale

Menzione a Birra dell’Eremo – Nobile

Menzione a Foglie d’Erba – Haraban

 

cat. 5 – birre chiare e ambrate, fermentazione ibrida, basso grado alcolico di ispirazione tedesca o americana (kolsch, alt, california common, cream ale)

1 – Birra Elvo – Alterelvo

2 – Birrificio La Villana –  Frisco

3 – Birrificio Altavia – Mukkaevia Vol.2

Menzione a Fabbrica della Birra Perugia – Don

Menzione a Mfb Manfattura Birre Bologna – Kappa

 

cat. 6 – birre ambrate e scure, bassa fermentazione, basso grado alcolico di ispirazione tedesca (vienna, marzen, monaco, schwarz, dark lager)

1 – Les Bières du Grand St. Bernard – Balance

2 – Birrone – Scubi

3 – Couture – Vienna

Menzione a Birrificio 4 Mori – Pozzo 9

Menzione a Batzen – Dunkel

 

cat. 7 – birre chiare, ambrate e scure, bassa fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione tedesca (bock, doppelbock, eisbock, hellerbock, maibock, strong lager)

1 – Birracruda – Bock

2 – Mukkeller – Wizzi

3 – Mastino – San Zen

Menzione a Batzen – Bock

Menzione a Oxiana – Hotbock

 

cat. 8 – birre ambrate, alta fermentazione, basso e medio grado alcolico, di ispirazione britannica (mild, british bitter, extra special bitter, irish red ale, british brown ale)

1 – Fabbrica della Birra Perugia – Cosmo Rosso

2 – Birrificio Petroniano – Magda

3 – Birrificio L’Orso Verde – Backdoor

Menzione a Birra Del Bosco Foxtail

Menzione a Ofelia – Nevermild

 

cat. 9 – chiare e ambrate, alta fermentazione, basso/medio grado alcolico, luppolate, di ispirazione anglosassone (english ipa)

1 – Beer In – Hop Hop

2 – Fabbrica della Birra Perugia – Suburbia

3 – Il Mastio – Mabon

Menzione a B Four Beer – Devil

Menzione a Birra Bellazzi – Soccia Vez

 

cat 10 – chiare, ambrate e scure, alta fermentazione, basso grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana (session apa, session aipa, session ipa)

1 – Hammer – Mini

2 – Altotevere – Mercy

3 – Crak – Mundaka

Menzione a Ritual Lab – Nerd Choice

Menzione a Argo – Turtle Bay

 

cat. 11 – chiare e ambrate, alta fermentazione, basso grado alcolico, luppolate, di ispirazione americana (american pale ale)

1 – Ritual Lab – Head Space

2 – Birrificio Porta Bruciata – La Pallata

3 –  Birrificio Dell’etna – Ulysses

 

cat. 12 – chiare e ambrate, alta fermentazione, medio grado alcolico, luppolate, di ispirazione americana (american ipa)

1 – Birrificio Lariano – American Hype

2 – Birrificio Argo – Hoppy Wan Kenobi

3 – Crak – American Ipa Mosaic Tap Crak

Menzione a Altotevere – Freezo

Menzione a The Wall – Firewitch

 

cat. 13 – birre chiare e ambrate, alta fermentazione, alto grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana (double ipa, imperial ipa)

1 – Mc77 – Breaking Hops

2 – Pintalpina – Sbrega

3 – Birrificio Amerino – Masika

Menzione a Birrificio Lariano – Clube

Menzione a Ritual Lab – Too Nerdy

 

cat. 14 – birre chiare, alta fermentazione, basso e medio grado alcolico, con uso di frumento ed altriù  cereali, luppolate di ispirazione angloamericana (white ipa, american wheat)

1 – Birra Gaia – Grulla

2 – Porta Bruciata – Shantung

3 – Muttnik – Albina

Menzione a Birrificio Epica – Kore

 

cat. 15 – birre ambrate e scure, alta fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana (red ipa, brown ipa, black ipa)

1 – Eastside – Sera Nera

2 – Vecchia Orsa – Rye Charles

3 – Rurale – Red Zeppelin

 

cat. 16 – birre chiare, ambrate e scure, alta fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana (speciality ipa; rye ipa, belgian ipa, aipa e apa fermentate a bassa)

1 – Lambrate – Robb De Matt

2 – Birra Bellazzi – Red Hot Hops Chili Peppers

3 – Brewfist – Space Frontier

Menzione a Brewfist Caterpillar

Menzione a Birranova – Rye Action

 

cat. 17 – chiare e ambrate, alta fermentazione, massicciamente luppolate in aroma, di ispirazione statunitense (new england ipa)

1 – Crak – Giant Double Step

2 – Crak – Pianura Padana

3 – Crak – Plain of The Po

 

cat. 18 – strong ale di ispirazione angloamericana (english strong ale, american strong ale, scottish ale export, heavy scottish ale)

1 – Birrificio Artigianale Alba – Dogma

2 – Okorei – Tramalti

3 – Birra 100Venti – Sir Alestrong

 

cat. 19 – birre scure, alta fermentazione, basso grado alcolico, d’ispirazione anglosassone

(porter, stout)

1 – Ritual Lab – Black Belt

2 – Foglie d’Erba – Hot Night At The Village

3 – La Birrofila – Last Out

Menzione a Birrificio Ventitrè – Urania

Menzione a Fabbrica della Birra Perugia – Chocolate Porter

 

cat. 20 – birre scure, alta fermentazione, basso grado alcolico di ispirazione americana

(american porter, american stout)

1 – Mukkeller – Corva Nera

2 – Hammer – Bulk

3 – Birra Eretica – Dolcenera

Menzione a Birrificio dei Castelli – Calix Niger

Menzione a La Spezia Brewing Company – Scuriosa

 

cat. 21 – scure, alta fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione angloamericana

(robust/baltic porter, imperial porter, russian imperial stout)

1 – Ritual Lab – Papanero

2 – Mastino – Teodorico

3 – Hammer – Daarbulah

Menzione a Foglie d’erba – Hot Night At The Village Robust Porter

Menzione a Brewfist X-Ray

 

cat. 22 – alta fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione angloamericana

(barley wine, olde ale, american barley wine)

1 – Brewfist – Vecchia Lodi 2018

2 – Crak – Mansueto 2017

3 – Crak – Mansueto 2018

Menzione a Baladin – Xyauyù Kentucky 2016

Menzione a Almond ’22 – Oak

 

cat. 23 – birre chiare, ambrate e scure, alta fermentazione con lievito weizen, uso di frumento maltato, da basso ad alto grado alcolico di ispirazione tedesca (weizen, dunkelweizen, weizenbock)

1 – Batzen – Weisser Bock

2 – Birrificio Val Rendena – Brenta Brau Weizen

3 – Serra Storta – Bianca

Menzione a Sguaraunda/La Bergamasca – Weiss

Menzione a La Birrofila – Graz

 

cat. 24 – birre chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico, con uso di frumento non maltato, di ispirazione belga (blanche, witbier)

1 – Mc77 – San Lorenzo

2 – Bibibir – Witaly

3 – Beha Brewing Company – Kermesse

Menzione a Mastino – Altaluna

 

cat. 25 – birre chiare, alta fermentazione, basso gradazione alcolica, di ispirazione belga

(belgian blond, belgian pale ale)

1 – Birralfina – Annozero

2 – Filodilana – Beeela

3 – Alveria – Eclipse

 

cat. 26 – birre chiare e ambrate, alta fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, di ispirazione belga (saison, biere de garde, farmhouse ale)

1 – Birrificio Amerino – Northup

2 – Diciottozerouno – Ocra

3 – La Spezia Brewing Company – Contadina

 

cat. 27 – birre chiare, alta fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione belga

(belgian golden strong ale, tripel)

1 – Opperbacco – Quis Ut Deus

2 – Manerba – The Belgian Queen

3 – B94 – Santirene

Menzione a Bibibir – Vedo Triplo

Menzione a Birrificio della Granda – Spirituale

 

cat. 28 – birre scure, alta fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione belga

(belgian dark strong ale, dubbel, quadrupel)

1 – Birrificio Artigianale Alba – Marte

2 – Retorto – Black Lullaby

3 – Kamun – Nucis

Menzione a Birrificio Del Forte – Regina del Mare

Menzione a La Birrofila – Jeivù

 

cat. 29 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di spezie

1 – Foglie d’Erba – Foglie di Tè

2 – Foglie d’Erba – Hot Night At The Village Breakfast Edition

3 – Mc77 – Fleur Sofronia

Menzione a Picobrew – Road To Vallonia Etichetta Arancione

Menzione a Il Conte Gelo – Nonno Gelo

 

cat. 30 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di caffè e/o cacao

1 – Mister B – Boodino

2 – Lambrate – Tiramisù Imperial Stout

3 – The Lure – Queen

Menzione a Crak – Moka Ciok

Menzione a Sagrin – Mattos

 

cat. 31 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di cereali speciali (compresi grani antichi)

1 – Terrantiga – Istadi

2 – Birrificio Birranova – Arsa

3 – Birra Magester – L’idea

Menzione a Croce Di Malto – Piedi Neri

Menzione a Bionoć – Birre Della Terra – Segalina

 

cat. 32 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico affumicate e torbate

1 – Birrificio La Gramigna – Diavola

2 – Les Bières Du Grand St. Bernard – Rauch

3 – Rurale – Smoky

Menzione  Eastside – Fumo Lento

Menzione  Labi – Smoke’n Roll

 

cat. 33 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico affinate in legno

1 – El Issor – Elatan Rrk

2 – Batzen – Gran Fumè Cuvee

3 – Baladin – Xyauyù Kioke

Menzione a Opperbacco – N.1

Menzione a Fabbrica della Birra Perugia – Santa Ila

 

cat. 34 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso frutta

1 – Crak – Cantina Mirtilli

2 – Lariano – Mugnach

3 – Ofelia – La La Blend

Menzione a Eastside – Sour Side Sour Cherry

Menzione a El Issor – Agriotta

 

cat. 35 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di castagne

1 – La Ribalta – Iside

2 – Birrificio del Vulture – Druda

3 – Aleghe – La Brusatà

Menzione a Birrificio 4 Mori – Pozzo 3

Menzione a Beltaine – Beltaine Castagne Affumicate

 

cat. 36 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di miele

1 – Ibeer – Bee Bock

2 – Birra Elvo – Bock di Natale

3 – Benaco 70 – Honey Ale

Menzione a Birrificio Legnone – Molthoney

Menzione a Birrificio del Forte – Cintura d’Orione

 

cat. 37 – birre chiare, ambrate e scure, fermentazione alta, bassa o spontanea anche con uso di brettanomyces, da basso ad alto grado alcolico, caratterizzate dalle note acide  (sour ale)

1 – Bionoc – Albicoppe

2 – Opperbacco – Nature Pesca

3 – Crak – Cantina Pesche 2018

Menzione a Crak – Cantina Pesche 2017

Menzione a Ca’ del Brado – Cuvèe De Zrisa

 

cat. 38 – birre chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico salate e/o lattiche di ispirazione tedesca (berliner, gose)

1 – Evoqe Brewing – Evoqesour #1

2 – Batzen – Gosexy

3 – La Buttiga Craft Brewery – Goslar 1826

Menzione a Evoqe Brewing – Luci Rosse

 

cat. 39 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di uva, mosto, vinacce, vino cotto di uve bianche (white italian grape ale)

1 – La Fenice – Brewine

2 – Birra Dell’eremo – Selva

3 – Filodilana – Fuori Dal Gregge

Menzione a Morgana – Wine Not?

 

cat. 40 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di uva, mosto, vinacce, vino cotto di uve rosse (red italian grape ale)

1 – Birra dell’eremo – Madra

2 – Birrificio Del Forte – Il Tralcio

3 – Mezzopasso – Biga Rosè

Menzione a Carrobiolo – Mo’ Scanzati Azzo!

Menzione a Birrificio Castagnero – H-Iga

 

Cat. 41 – Birre Chiare, Ambrate E Scure, Alta O Bassa Fermentazione, Da Basso Ad Alto Grado Alcolico Con Uso Di Uva, Mosto, Vinacce, Vino Cotto Di Uve Rosse O Bianche, Caratterizzate Dalle Note Acide  (Sour Italian Grape Ale)

1 – Opperbacco – Nature Terra Caprera

2 – Birrificio Italiano/Klanbarrique – Marzarimen

3 – Opperbacco – Nature Terra Fiore – Podere San Biagio

Menzione a Birra dell’Eremo – Selva Sour

Menzione a Opperbacco – Nature Terra Emidio Pepe

 

cat. 42 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico di ispirazione libera e non rientranti in nessuna delle precedenti categorie (extraordinary ale / extraordinary lager)

1 – Nemus – Flora

2 – Carrobiolo – Italian Tomato Ale

3 – Birra dell’Eremo – Onnetempo

Menzione a Croce di Malto – Helles Diablo

Menzione a Carrobiolo – Senatrix

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 + 19 =