Terza edizione del Festival Robe da chiodi dove le fermentazione sperimentali non hanno confini

Per la terza edizione del Festival Robe da Chiodi, che si tiene tiene a Trambileno venerdì 6 e sabato 7 luglio, scegliamo noi la colonna sonora: scomodiamo gli Skiantos del compianto Freak Antoni, che suonavano una canzone dal titolo “Largo all’avanguardia”. Due giorni, organizzati dai barbari di Klanbarrique, dedicati a tutte quelle fermentazioni sperimentali, irriverenti, fuori dagli schemi e assolutamente affascinanti, frutto delle idee di sognatori molto concreti che fanno dell’innovazione e della libertà la propria ragione di vita.  Tutto questo senza ovviamente perdere di vista l’aspetto qualitativo dei prodotti, altrimenti sarebbe semplice autocompiacimento ed esercizi di stile. Robe da Chiodi insomma.

I birrifici presenti saranno un mix di realtà locali e di aziende italiane: Crak, Birrificio Rethia, Stavio, Draco’s Cave, Bionoc’, Piccolo Birrificio Clandestino, Montegioco, Ofelia, Batzen Bräu, Birrificio Italiano e il padrone di casa Klanbarrique. Tra le novità di questa edizione uno spazio anche per l’Arrogant Sour Festival e ChiareScure Festival che porteranno le loro selezioni irriverenti tra cui, ad esempio, nettari di Ca’ del Brado, Loverbeer, Brewfist, Birrificio Lariano, The Wall e Birrificio Rurale. Emergono quindi proposte interamente italiane con l’obiettivo di mettere in luce la diversità ed il grande lavoro che si svolge sui nostri territori, spesso sottovalutao soprattutto in ambito birrario.

Come detto il Festival ha come tema dominante le fermentazioni sperimentali, per cui spazio anche a produttori di vini, sidri e idromieli, anche qui con un mix di aziende trentine e di fuori provincia.

Il programma comprende alcuni laboratori di degustazione, ricca occasione per sfidare il proprio palato con sapori arditi e unici. Per venerdì 6 luglio alle 19.00 Andrea Rubbi e Agostino Arioli presenteranno “Gli eroi dei due mondi: una degustazione incrociata di vini e birre barricate”, sabato 6 luglio alle 18.30 l’immancabile Lorenzo Dabove (Kuaska) sarà il protagonista di “Quando il birraio incontra la botte: l’influenza del legno nel gusto e nell’aroma delle birre barricate” infine alle 20.00 Anna Borrelli svelerà “La terza via: la frontiera del sidro”

Non mancherà del buon cibo, musica dal vivo e dj set e una cotta pubblica: frutto della collaborazione tra Ppt Brewery e Bankert Bräu (homebrewers altoatesini di bella esperienza) che produrranno una Barrel Aged Imperial Oud Bruin Per ulteriori informazioni sono disponibili su Facebook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sette + 2 =