A tavola con i prodotti del Primero e Bionoc’

Il Gambero Rosso visita Mezzano, uno degli splendidi borghi sotto le Pale di San Martino e degusta le birre del Birrificio Bionoc’.

Mezzano è stato inserito tra uno dei 100 borghi più belli d’Italia. Un paese ricco di tradizioni e cultura alpina, una sequenza di case rurali in pietra e legno che seguono il vecchio tracciato che portava a Feltre. Merita sicuramente di essere visitato seguendo uno dei diversi itinerari a tema che invitano a scoprire i “Segni sparsi del rurale”: gli orti, l’acqua, l’architettura, i dipinti murali, le antiche iscrizioni e le cataste artistiche di legna.

In questi giorni la redazione di Gambero Rosso sta esplorando questo incantevole borgo sotto le Pale di San Martino dedicando a Mezzano una serie di servizi giornalistici che comprendono fotografie, video e articoli. Non poteva mancare una tappa anche al Birrifcio Bionoc’ che ha sede proprio in questa piccola perla del Primiero. I giornalisti di Gambero Rosso hanno intervistato Fabio uno dei due titolari che ha potuto raccontare, con il suo solito entusiasmo, la storia e le produzioni del birrificio primierotto.

fondamentalistiOvviamente non poteva mancare anche un assaggio delle birre Bionoc’ con i prodotti tipici locali. Il Ristorante dell’Hotel Castel Pietra ha preparato un menù legato alla tradizione culinaria del Primiero che comprende ovviamente i formaggi d’alpeggio come la poina fumada (ricotta affumicata), il nostrano, lo stagionato e la tosela. A questi formaggi si associano i piccoli frutti del bosco, il salmerino, il filetto di cerco e la carne fumada, altra specialità tipica del Primiero. Tutti questi piatti saranno abbinati in maniera sapiente alle birre del birrificio di Mezzano in modo che veramente sia un menù a km zero con prodotti genuini e soprattutto di qualità. Proprio nello spirito fondamentalista di Bionoc’.

Ecco quindi il menù con gli abbinamenti proposti:

  • Aperitivo: Meingose, rinfrescante birra “acida”, tra le ultime produzioni di Bionoc’.
  • Antipasto: Tavolozza di carne fumada, stagionato di malga, “poina fumada” e Trentingrana con Goldon Ale, reinvenzione della classica Ale chiara di stampo britannico.
  • Primo: Tortelli di polenta e nostrano di Primiero con Alta Vienna, 100% malto vienna dal tipico colore arancione.
  • Secondo: Salmerino affumicato e vellutata di gamberi d’acqua dolce e filetto di cervo allo speck su insalatina di cappuccio e macaron allo yogurt ripieni di composta di mirtilli e mele. Abbinamento con Nociva, birra in stile scotch complessa ed accattivante.
  • Dolce: Bocconcini di tosella nella cialda di mais Storo con lamponi al basilico e spuma di sambuco e Guana, birra stagionale speziata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × cinque =